I prezzi esposti sono IVA inclusa.

RISCALDAMENTO

Calcolare il fabbisogno di calore

Prima di scegliere il riscaldatore, occorre definire la richiesta della sua prestazione necessaria per applicazioni specifiche. La formula da applicare è: V x ÄT x K = kcal/h dove: • V è il volume del locale riscaldato (largh x lungh x h) in m³ • ÄT è la differenza tra temperatura esterna e temperatura interna desiderata (°C). • K è il coefficiente di dispersione che dipende dal tipo di costruzione e dal suo isolamento

K=3,0-4,0 (locale di legno o di lamiera ondulata – non isolato)

K=2,0-2,9 (costruzione semplice, un singolo strato di mattoni, finestre semplici e tetto - isolato scarsamente)

K=1,0-1,9 (Costruzione standard, doppio strato di mattoni, poche finestre, tetto chiuso standard – moderatamente isolato)

K=0,6-0,9 (costruzione avanzata, doppio strato di mattoni isolati, alcune finestre con doppi vetri, pavimento di notevole spessore, tetto ben isolato)

ESEMPIO di fabbisogno di potenza termica:

V = larghezza 4m, lunghezza 12m, altezza 3m, volume del locale = 144 m³

ÄT = temp. esterna -5ºC, temp. desiderata nel locale +18ºC, temperatura T = 23ºC

K = 4

V x ÄT x K = 144 x 23 x 4 = 13.248 kcal/h = 15,4 kW/h


Tabella di conversione:

1 kW/h = 860 kcal/h

1 kcal/h = 0,00116 kW/h

Ordina per: